Area Abbonati
LoginPassword
DOI 10.1708/397.4688 Scarica il PDF (119,6 kb)



Segnalazione di libri recenti


In questa rubrica vengono presentati i libri, ricevuti o segnalati, in ordine alfabetico per Autore. I libri sono presentati dalle schede delle rispettive Case Editrici. La presentazione non esclude la possibilità di una futura recensione nei prossimi numeri della Rivista di psichiatria.


Abdelilah Bauer B
Il bambino bilingue. Crescere parlando più di una lingua
Raffaello Cortina Editore, Milano 2008, pagine 154, 16

Come acquisiscono il linguaggio i bambini? Si è bilingui allo stesso modo se si apprende una seconda lingua a partire dalla nascita o più tardi? Quali sono gli effetti del bilinguismo sul percorso scolastico e sullo sviluppo intellettuale dei bambini? Questo libro è destinato a tutti coloro, genitori, insegnanti, professionisti della prima infanzia, che si interessano al bilinguismo e al plurilinguismo. Ne analizza i diversi aspetti alla luce degli studi più recenti perché ciascuno possa trovare la propria risposta in situazioni ogni volta irripetibili.


Albucher R
Psychiatry: Just the Facts
McGraw-Hill, England 2008, pagine 460,  42

“Psychiatry: Just the Facts” is a practical, convenient resource covering the scope of the entire field of Psychiatry in a reader-friendly presentation. You will find comprehensive coverage in a templated format that is perfect for board review or clinical reference along with board review questions and answers.


Allen JG, Fonagy P (a cura di)
La mentalizzazione. Psicopatologia e trattamento
Il Mulino, Bologna 2008, pagine 384, 27
La mentalizzazione si riferisce alla capacità di “pensare” gli stati mentali propri e degli altri (sentimenti, desideri, intenzioni e gli stessi pensieri); essa sta alla base della possibilità dell’uomo di mettersi in relazione con i suoi simili, di essere cioè un “animale sociale” come diceva Aristotele. Si tratta di un costrutto fondamentale anche in campo psicoterapeutico, per quanto riguarda la valutazione nella pratica clinica e l’impostazione terapeutica. Questo volume, grazie al contributo dei maggiori studiosi dell’argomento, presenta in modo articolato i diversi aspetti della mentalizzazione, illustrandone le ricadute pratiche nell’intervento clinico. Un testo indispensabile per tutti coloro che a diverso titolo – psicologi clinici, psichiatri, psicoterapeuti – si dedicano alla cura della mente.
Ammaniti M, Dazzi N, Del Corno F, Lingiardi V
PDM - Manuale diagnostico psicodinamico
Raffaello Cortina Editore, Milano 2008, pagine 796,  75

Il Manuale Diagnostico Psicodinamico (PDM) è nato dalla collaborazione tra alcune delle principali associazioni a orientamento psicoanalitico, come l’International Psychoanalytic Association, l’American Psychoanalytic Association, la Divisione 39 dell’American Psychological Association, l’American Academy of Psychoanalysis. Il Manuale propone un sistema diagnostico che caratterizza l’intero range del funzionamento di un individuo, tenendo conto sia degli aspetti manifesti dei pattern emotivi, cognitivi e sociali, sia di quelli più profondi. L’obiettivo è integrare le nosologie correnti del DSM e dell’ICD per migliorare la capacità dei diversi professionisti della salute mentale di elaborare formulazioni cliniche e progetti terapeutici “su misura” per i differenti casi.


Balconi M
Neuropsicologia della comunicazione
Springer Verlag, Milano 2008, pagine 292, 49,95

Le più recenti acquisizioni della neuropsicologia cognitiva hanno consentito di focalizzare la natura dei processi linguistici e comunicativi, individuando i correlati fisiologici ed anatomici sottostanti alla produzione (encoding) e alla comprensione (decoding) del linguaggio. La prima parte del volume intende esplorare i paradigmi, i metodi e gli strumenti della neuropsicologia “per” la comunicazione. Nella seconda parte del contributo vengono prese in considerazione le componenti pragmatiche della comunicazione. Recenti modelli si sono occupati in particolare di alcuni fenomeni peculiari dello scambio comunicativo che mettono in rilievo il ruolo prioritario del “voler dire” nella comunicazione ordinaria (ironia, comunicazione idiomatica, metafora e, più in generale, linguaggio iconico o figurato). La terza parte del libro analizza il piano comunicativo non-verbale, con particolare attenzione alla comunicazione delle emozioni. Più specificamente vengono prese in considerazione le componenti mimiche e vocali nell’encoding e nel decoding delle emozioni. Questo volume, rivolto a neuropsicologi, psicologi, logopedisti e medici generici, potrà essere un utile strumento di lavoro anche per gli specializzandi di tali discipline.
Baldry AC, Ferraro E
Uomini che uccidono. Criminogenesi e strategie investigative
Centro Scientifico Editore, Torino 2008, pagine 200,  14

Sapete quante donne vengono uccise ogni anno in Italia dal proprio partner o ex partner? Più di cento, una ogni tre giorni. Mariti, conviventi, fidanzati: gli aggressori sono nella maggior parte dei casi uomini “normali” che uccidono in preda a rabbia, gelosia o per senso di dominio e possesso. Ma talvolta le vittime sono uomini omosessuali: delitti per alcuni aspetti vicini, per altri molto diversi. Chi sono queste donne uccise da uomini? Chi sono questi uomini uccisi da uomini? Perché questa mattanza? Cosa deve fare l’investigatore che si trova a dover risolvere questi delitti? Ce lo raccontano due professionisti del settore, una psicologa e un funzionario della Polizia, che nel libro approfondiscono la tematica, sforzandosi di andare oltre la facciata, fino a proporre idee e progetti che tentano di interpretare i segnali d’allarme, di prevedere e prevenire questi delitti. Gli autori ci parlano di “femminicidi” e “omicidi”, e lo fanno non solo con il rigore di un’analisi scientifica, ma anche attraverso il racconto di casi realmente accaduti e da loro seguiti in prima persona. Capita poche volte di imbattersi in un saggio che abbia lo stile piano e accattivante proprio di chi è padrone della materia e soprattutto non si ritiene depositario di verità da impartire come regole indiscutibili.


Biondi M, Roscioli C, Mistretta M
Farmaci in psichiatria - Indicazioni terapeutiche approvate
e utilizzo off-label
Il Pensiero Scientifico Editore, Roma 2008, pagine 143,  22

L’obiettivo di questo lavoro è fornire un ausilio nella scelta di un trattamento in ambito psichiatrico, mediante tabelle sinottiche che permettano una visualizzazione d’insieme dei farmaci utilizzati per una determinata patologia. Per ogni disturbo sono indicati tutti i farmaci ufficialmente autorizzati e quelli per cui esistono consistenti evidenze di efficacia provenienti dalla letteratura scientifica.


Blanchard R, Blanchard D, Griebel G, Nutt D
Handbook of Anxiety and Fear
Elsevier, New York 2008, pagine 450,  139

This volume covers fear and anxiety from both basic science and clinical perspectives. Integrating animal and human research on fear and anxiety, it relates the findings to the study, diagnostics, and treatment of anxiety disorders, the major source of mental illness in modern society (26% of Americans are affected by anxiety disorders!).


Cornaggia CM, Mascarini A, Zappa LE
Etica della contenzione - Criticità della cura
CIC Edizioni Internazionali, Roma 2008, pagine 180,  45

Questo volume raccoglie gli atti di un Convegno Nazionale che si è tenuto a Monza nell’autunno scorso. Il tema affrontato risulta oggi di particolare interesse, tenendo conto degli sviluppi che la psichiatria, non solo italiana, sta affrontando. Infatti, si assiste da un lato a un mutamento del profilo della psicopatologia con un incremento davvero allarmante dei disturbi di personalità a dispetto della patologia “tradizionale”, dall’altro lato alla necessità di individuare nuovi modelli di intervento e metodi per affrontare queste stesse patologie. Si sta passando in sostanza dalla “psichiatria del sintomo” alla “psichiatria del comportamento” dove il disagio trova la sua immediata espressione proprio nell’agito senza essere in grado di passare attraverso l’elaborazione anche distorta del sintomo. Una tale nuova emergenza conduce al rischio del ripristino di pratiche restrittive o al riemergere di istanze espulsive. Dinanzi a tale scenario una riflessione circa il significato di “contenimento” in psichiatria appare necessariamente collegata ai principi etici che devono essere alla base del nostro operare.


Essau CA
Adolescent Addiction: Epidemiology, Assessment and
Treatment
Elsevier, New York 2008, pagine 344,  61

“Adolescent Addiction: Epidemiology, Assessment, and Treatment” presents a comprehensive review of information on adolescent addiction, including prevalence and co-morbidity rates, risk factors to addiction, and prevention and treatment strategies. Unlike other books that may focus on one specific addiction, this book covers a wide range of addictions in adolescents, including alcohol, cannabis, tobacco, eating, gambling, internet and video games, and sex addiction. Intended to be of practical use to clinicians treating adolescent addiction, the book contains a wealth of information that will be of use to the researcher as well. A global perspective is offer from international contributors, representing the US, Canada, the UK, New Zealand, and Australia.


Ferracuti S
Test mentali in psicologia giuridica e forense
Centro Scientifico Editore, Torino 2008, pagine 168,  18

Nel testo sono passati in rassegna i test mentali abitualmente utilizzati in contesti forensi e giuridici, con particolare attenzione ai principi di validità e attendibilità, misure indispensabili per ogni valutazione giuridica. Le ricerche sulla simulazione e le possibilità di falsificazione dei risultati sono esposte criticamente. Per ogni test esaminato è inoltre fornita una valutazione dell’efficacia del reattivo in ambito giuridico e la sua effettiva affidabilità nel contesto in esame. Il libro propone un’introduzione sulla valutazione metodologica, seguita da un capitolo sui questionari di personalità (MMPI-2, Millon Clinical Multiaxial Inventory III) e una sezione dedicata alle tecniche proiettive. Le scale WAIS sono trattate in un capitolo a sé stante, così come l’esame neuropsicologico è analizzato per quanto concerne la validità e attendibilità in ambito forense. Nel volume trova spazio anche la descrizione di scale di uso meno corrente in Italia, come la Psychopatic Checklist di Hare o una serie di tecniche psicologiche di valutazione del dolore, aventi una loro particolare rilevanza anche in ambito forense.


Garattini S, Nobili A
Le interazioni dei farmaci
Selecta Medica, Milano 2008, pagine 641,  61,98

Il volume tratta i seguenti argomenti: epidemiologia delle interazioni tra farmaci; significato clinico delle interazioni tra farmaci; i meccanismi per cui avvengono le interazioni; farmacogenetica e polimorfismo genetico; le interazioni tra farmaci e alimenti; le interazioni tra farmaci e prodotti a base di erbe; suggerimenti pratici per evitare le conseguenze negative delle interazioni tra farmaci; schede dei farmaci e delle interazioni più frequenti.


Grispini A
Le Depressioni post-partum
Fioriti Editore, Roma 2008, pagine 96,  10

Assistiamo ad un curioso paradosso: l’aumento di attenzione agli aspetti medici del processo di procreazione (visite ginecologiche, ecografie, amniocentesi, dosaggi ormonali) si accompagna a una negazione delle sue implicazioni emotive. E, paradosso nel paradosso, la comparsa di disturbi emotivi nel corso della gravidanza e nei mesi successivi al parto viene tenuta nascosta o sottovalutata non soltanto da mogli e mariti, ma dai medici stessi. Questa breve guida è rivolta alle donne che hanno partorito o che stanno per diventare madri, ai loro mariti, alle loro famiglie, ai ginecologi e ai pediatri.


Lemish D
I bambini e la tv
Raffaello Cortina Editore, Milano 2008, pagine 286,  23

Anche se in casa non manca un computer, i bambini passano tuttora più tempo davanti alla tv che davanti ad altri schermi o in qualsiasi altra attività ricreativa. Una sciagura? Sugli effetti della violenza in tv, sulla diffusione di comportamenti stereotipati e in genere sul ruolo della televisione nella vita dei bambini riflette questo libro, esaminando i problemi più importanti che in questo ambito devono affrontare genitori ed educatori.


Monti JM, Pandi-Perumal SR, Jacobs BL, Nutt DJ (eds)
Serotonin and sleep: molecular - functional and clinical
aspects
Springer Verlag, Milano 2008, pagine 621,  184,50

Spectrum of the field and explores the link between the latest basic molecular, functional, and clinical aspects of serotonin and the practice of sleep medicine. The volume focuses on 24 different areas of research, with special emphasis relating the state of basic and clinical research to potential applications: changing concepts in serotonin research, topographic organization and chemoarchitecture, receptor mechanisms – its organization and regulation of behavioral states, electrophysiological mechanisms – in vitro, in vivo, and behaving animals and other areas of molecular neurobiology. Also highlighted are studies related to the circadian control of behavioral states, and mechanisms involved in the serotonergic inhibition of REM sleep. Such discussion has profound implications for the basic biology of serotonin. This unique volume not only explores the cutting-edge research, and the relationship of serotonin to laboratory animals as well as human sleep; it also explores the relevance of serotonin to clinical disorders such as depression, schizophrenia, and sleep apnea and brings these areas together to continue to promote the rapid expansion of knowledge in the area of serotonergic neurotransmission across behavioral states. Written by an international cadre of researchers, this timely volume provides an up-to-date summary of what may be the only view on serotonin from the perspectives of neurobiologists, neuroanatomists, cell biologists, psychiatrists, neuropharmacologists, as well as sleep researchers.


Munno D
Psicologia clinica per medici
Centro Scientifico Editore, Torino 2008, pagine 250,  30

Il volume tratta i seguenti argomenti: 1. Il concetto di malattia. Dal modello alla clinica. 2. La semeiotica: funzioni psichiche e cornice psicodinamica. 3. Personalità, meccanismi di difesa e coping. 4. Aspetti generali della comunicazione e del colloquio clinico. 5. L’approccio psicosomatico alla medicina. 6. La sindrome del burn-out. 7. Organizzazione del sistema sanitario in psichiatria. 8. La relazione d’aiuto e il counselling nelle professioni sanitarie. 9. Aspetti psicologici-clinici nella relazione medico-paziente. 10. Le reazioni alla malattia. 11. La relazione medico-paziente psichiatrico. 12. Problemi di etica in medicina e psicoterapia. 13. Assessment e modelli in psicologia clinica. 14. Il neuroimaging nei disturbi mentali. 15. Interventi psicoterapici e indicazione alla psicoterapia nei disturbi mentali. 16. Gli interventi psicoterapici nella crisi. 17. La psicoterapia a fasi adleriana. 18. Psicoterapia, counselling e psicofaramacoterapia transculturale. 19. Prospettive di integrazione tra psicoterapie. 20. Criteri e metodi di valutazione delle psicoterapie. 21. Criteri e metodi di valutazione della formazione. 22. Interventi articolati fra psicoterapia e farmacoterapia. 23. Psicologia clinica e psichiatrica di liaison. 24. Problematiche psicologico-cliniche dei pazienti trapiantati. 25. Elementi di sessuologia clinica. 26. Aspetti psicologico-clinici in oncologia.


O’Donnell P
Cortical deficits in schizophrenia. From genes to function
Springer Verlag, Milano 2008, pagine 384,  81

The genetics of schizophrenia have taken the driver seat in the research related to this disorder in recent years. For a long time, it had been known that sharing genes with someone affected with schizophrenia conferred a 50% chance of acquiring the disease. Although this is fifty times the incidence in the normal population, it was evident that genes could not explain all factors involved. At best, one could think of a combination of gene traits conferring predisposition for the disease. Now, it is evident that although there are no genes that individually confer a strong liability, several candidate gene alleles do confer some risk, and perhaps a combination of genes could cause the emergence of symptoms in this multi-faceted psychiatric condition. As the research on predisposing genes soars, it is becoming clear that we need to be able to identify cellular processes the genes control and to provide patho-physiological scenarios that could link those cellular phenomena with symptoms. “Cortical deficits in schizophrenia: from genes to function” elaborates on that link. The contributions to this book reflect the current state of the connection between schizophrenia genetics and pathophysiology. The book opens with a chapter by Paul Harrison highlighting the several convergence points among the diverse schizophrenia-related genes. This is followed by chapters reviewing several different specific genes, including Neuregulin, DISC-1, dysbindin, and Homer, among others, and by several chapters presenting information on physiological cortical processes that could be affected by those genes. These include glutamatergic, GABAergic and cholinergic neurotransmission. Current hot topics in schizophrenia research are also highlighted in the book. A concept that is gaining strength in the field, for example, is the role of inhibitory neurotransmission in schizophrenia pathophysiology, with converging (and convincing) data from post-mortem and imaging studies. The possibility of deficits in cortical inhibition (causing the emergence of “noisy” cortical activity) is discussed throughout the book in relationship with possible alterations in GABA and/or glutamate activity in several cortical areas including the prefrontal cortex and the temporal lobe. Thus, the chapters in this book summarize the current state of affairs in schizophrenia pathophysiology, with a consideration of genetic elements that may contribute to it. This book will prove a useful tool for those interested in a better understanding of schizophrenia. Even if more predisposing genes (not included in this book) become identified, the work laid out here will prove critical for assigning a functional (or dysfunctional) role to those genes. Although this is a fast-evolving field, the information and concepts covered in this book will likely be useful for years to come.


Oliverio A
Geografia della mente. Territori cerebrali e comportamenti umani
Raffaello Cortina Editore, Milano 2008, pagine 186,  19

Gran parte di ciò che oggi sappiamo sul cervello deriva dalla crescente capacità di tracciare delle mappe, vere e proprie carte topografiche, della corteccia cerebrale e delle strutture situate nella profondità dell’encefalo. Queste mappe ci permettono di conoscere dove ha inizio un’azione, quali nuclei sono alla base del linguaggio, quali sono le reti della memoria. Una geografia della mente che ci dischiude un mondo nuovo, diverso da come l’avevamo finora immaginato, in cui non è necessaria la presenza di un deus ex machina che faccia da interprete e tiri i fili del teatro mentale.


Pavuluri ML, Janicak PhG
Handbook of Psychopharmacotherapy
Lippincott Williams & Wilkins, Philadelphia 2008,
pagine 160,  35,50

Completely updated with newly approved drugs and indications and new formulations, this pocket-sized handbook is a one-stop quick-reference guide to prescribing psychotropic drugs for patients at every stage of the life span-children, adolescents, adults, and the elderly. In easy-to-scan bulleted format, the book provides concise information about each drug, including indications, contraindications, major side effects, lab tests required, formulations available, how to prescribe for each age group, how the drug compares to alternative treatments, and what precautions are necessary. The book is organized by drug class and covers all current psychotherapeutic medications, including agents used to manage substance abuse.


Pruneti C
Psicologia clinica e psicopatologia - Diagnosi funzionale
e approccio multidimensionale ai trattamenti
Centro Scientifico Editore, Torino 2008, pagine 350,  26

Anche in psicologia clinica e psicopatologia la diagnosi è un momento chiave per l’individuazione della terapia più idonea. Soltanto quando la conoscenza della persona, oltre che del processo morboso, e la storia naturale del disturbo sono note, almeno nelle loro linee principali, si può infatti mettere a punto un efficace processo di trattamento. Il volume vuole essere un ausilio alla principale attività del clinico e va inteso come un’integrazione dei testi clinici tradizionali e del DSM, con la proposizione di approcci per l’approfondimento del caso clinico: da come ottimizzare un colloquio e un’anamnesi mirata alla presentazione di test psicodiagnostici adeguati alle caratteristiche del problema, a come utilizzare proficuamente procedure di analisi strumentale psicofisiologica e dati provenienti da analisi di laboratorio medico. Si propongono inoltre linee operative, in gran parte svincolate dall’approccio teorico preferito dall’operatore, in modo che questi possa fruire di protocolli adeguati per l’impostazione del trattamento più idoneo in termini di terapia integrata.


Rossi Monti M
Forme del delirio e psicopatologia
Raffaello Cortina Editore, Milano 2008, pagine 190,  19,80

Da quale stato d’animo nasce il delirio? In che modo la percezione di un oggetto apparentemente anonimo può scatenare un’esperienza delirante che sconvolge la vita di una persona? E ancora: quali nuove forme assume oggi il delirio, per esempio nelle personalità borderline? In che misura l’instabilità dei deliri borderline è il prodotto del nostro tempo? Una serie di risposte per chi abbia mantenuto la capacità di stupirsi davanti a fenomeni clinici che interrogano la natura stessa della condizione umana, un testo utile a ogni psicologo clinico e psichiatra.


Sadock BJ, Sadock VA
Kaplan and Sadock’s Concise Textbook of Clinical Psychiatry
Lippincott Williams, 2008, pagine 752,  49

This concise textbook is ideal for any student or health care professional who needs an authoritative, readable, affordable text that is sharply focused on clinical psychiatry. It contains the most relevant clinical material from the best-selling Kaplan and Sadock’s Synopsis of Psychiatry, Tenth Edition and includes updated information on recently introduced psychiatric drugs. The book is DSM-IV-TR compatible and replete with case studies and tables, including DSM-IV-TR tables. Chapters offer step-by-step guidance on the clinical examination, the psychiatric report, medical assessment of the psychiatric patient, laboratory tests, and signs and symptoms. The major portion of the book covers all psychiatric and substance-related disorders, with special chapters on children, adolescents, and the elderly. Also included are chapters on emergency psychiatry, forensic psychiatry, ethics, and palliative and end-of-life care.


Sartor K, Haehnel S, Kress B
Imaging cerebrale
CIC Edizioni Internazionali, Roma 2008, pagine 312,  40

“Diagnosi rapida in radiologia” è una serie di dodici volumi che coprono le principali subspecialitá della diagnostica per immagini. Essa comprende tutti i casi che nel lavoro quotidiano dei radiologi è più probabile incontrare. Per ogni condizione o malattia vi sono le informazioni necessarie - proprio con il giusto grado di dettaglio. Questa collana mette a punto definizioni, epidemiologia, eziologia, segni di imaging, presentazione tipica, opzioni di trattamento, decorso, prognosi-diagnosi differenziale, suggerimenti, insidie, tutto con immagini diagnostiche di alta qualità. Indice: Abbreviazioni. Traumi. Infiammazione. Aneurismi. Malformazioni vascolari. Ictus. Tumori. Cisti. Meningi. Ventricoli e cisterne. Leucoencefalopatie. Malformazioni congenite. Artefatti nell’MRI. Modificazioni postoperatorie. Indice analitico.


Tampi RR, Muralee S, Weder ND, Penland H
Comprehensive Review of Psychiatry on-line access
included
Lippincott Williams, Philadelphia 2008, pagine 656,  65,50

Derived from a popular review course for residents and fellows at Yale University’s Department of Psychiatry, this comprehensive question-and-answer review book will prepare resident and practicing psychiatrists for all types of standardized examinations, including the PRITE, the American Board of Psychiatry and Neurology written exam, and recertification exams. The book contains 2,000 multiple-choice questions divided into ten 200-question tests, and each test covers all psychiatry and neurology topics in the ABPN curriculum. An answer section with complete answers, explanations, and references for further review follows each test. All of the questions will be available on a companion Website, so that readers can take the tests online.


Todisco P, Vinai P
La fame infinita. Manuale di diagnosi e terapia del disturbo
da alimentazione incontrollata
Centro Scientifico Editore, Torino 2008, pagine 200,  20

Il disturbo da alimentazione incontrollata, o con l’acronimo inglese, BED (Binge Eating Disorder), è una patologia caratterizzata dalla tendenza ad abbuffarsi in risposta a stimoli emotivi non associata all’utilizzo costante di metodi di compenso come il vomito, l’attività fisica strenua, l’abuso di lassativi e/o diuretici. Alcuni ricercatori stimano la sua incidenza superiore al 10% della popolazione e può raggiungere anche il 30% dei soggetti che si sottopongono a programmi terapeutici per la perdita di peso. I dati della letteratura internazionale evidenziano un continuo e preoccupante aumento del BED nei paesi occidentali con gravi ripercussioni sulla salute fisica dei soggetti e un elevatissimo costo sociale. Per la sua posizione trasversale a diverse branche della medicina, psichiatria, medicina interna, dietologia, il BED non ha ancora trovato un referente clinico ideale ed è spesso misconosciuto e sottostimato. “La fame infinita” è il primo libro in Italia sul BED. Un utile strumento per diagnosticare precocemente e trattare una patologia del comportamento alimentare in crescente e preoccupante aumento. In appendice al volume una carrellata sulla night eating syndrome.


Treasure J, Schmidt U, van Furth E (a cura di)
I disturbi dell’alimentazione. Diagnosi, clinica, trattamento
Il Mulino, Bologna 2008, pagine 384,  28

Frutto del lavoro di alcuni fra i più importanti esperti internazionali della materia, questo volume presenta i principali approcci terapeutici utilizzati nella cura dei disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia, disturbo da alimentazione incontrollata e obesità). Dopo aver inquadrato i principali disturbi dell’alimentazione, il testo fornisce una panoramica di tali interventi: dall’intervento basato sulla psicoterapia interpersonale alla terapia della famiglia, dai modelli cognitivo-comportamentali alla terapia comportamentale dialettica e al trattamento farmacologico. Sono infine esaminati gli aspetti relativi ai trattamenti in day-hospital e in regime di ricovero. Un utile e pratico strumento per psicologi clinici, psicoterapeuti, neuropsichiatri infantili, psichiatri, educatori e operatori psicosociali, ma anche per pediatri e nutrizionisti.
Vanin JR, Helsley J
Anxiety Disorders. A Pocket Guide For Primary Care
Springer Verlag, Milano 2008, pagine 278,  47

Recognition and treatment of psychiatric disorders is a rapidly growing demand for today’s busy primary care practitioners. In this work, distinguished clinicians combine over a century of experience into concise, practical information and techniques for the diagnosis, evaluation, and effective management of psychiatric disorders. This indispensable resource offers an easy to understand overview of anxiety disorders including adjustment disorder, panic disorder, posttraumatic stress disorder, obsessive-compulsive disorder, and substance-induced anxiety disorder. The authors examine key somatic complaints and comorbidities that often mask underlying psychiatric problems and illuminate extremely effective treatment modalities in both psychological and pharmacotherapy. With proper evaluation and management, primary care practitioners will bring greater quality of life to individuals affected by anxiety disorders. The book is a most-timely resource for diagnosing mental disease, educating patients, and improving treatment outcomes.

Zappalà A, Bosco D
Stupratori. Profili psicologici e investigazione
Centro Scientifico Editore, Torino 2008, pagine 338,  28

Il volume analizza in modo esaustivo e approfondito il fenomeno dei sexual offender sotto ogni prospettiva: l’evoluzione storico-giuridica del reato di stupro, le teorie sociologiche e psicologiche che interpretano il fenomeno della violenza sessuale, i “miti” dello stupro, le tecniche di interrogatorio al sospetto stupratore, le modalità per condurre le interviste alla vittima di aggressione sessuale, il criminal profiling come moderno strumento di investigazione, l’indagine medico-legale, la terapia degli aggressori sessuali e la valutazione del rischio di recidiva. Un testo fondamentale per operatori delle Forze dell’Ordine, avvocati, giudici, psicologi, e per chiunque desideri approfondire questa fenomenologia criminale che rappresenta una crescente emergenza e allarme sociale nel nostro Paese.
Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 2038-2502